https://datingranking.net/it/studio-relazione-riflessione-post-rottura-velocita-recupero-emotivo/Studio: la riflessione sulla relazione post-rottura accelera il recupero emotivo
Divulgazione di affiliazione

Studio: la riflessione sulla relazione post-rottura accelera il recupero emotivo

Studio: la riflessione sulla relazione post-rottura accelera il recupero emotivo

Dicono che non dimentichi mai il tuo primo amore. Questo sembra essere particolarmente vero nelle ore, nei giorni e nelle settimane immediatamente successive alla fine di qualsiasi relazione.

Lo sguazzare, il mascara che cola, la playlist dominata da Adele che si ripete a tutto volume: ci siamo passati tutti. Da qualche parte nell’abisso mangiatore di biscotti, ci troviamo a chiederci se questo processo di lutto sia utile per il processo di andare avanti.

Non posso attestare la terapia della pasta biscotto (se non nell’interesse della gratificazione istantanea), ma secondo questo studio, sembra che ricordare una relazione possa effettivamente essere il primo passo verso la guarigione.

Il mal di cuore è utile? Come mai?

Grace M. Larson, una studentessa di psicologia sociale della Northwestern University, ha deciso di mettere alla prova la tecnica della terapia del talk-it-out.

Ha riunito un gruppo di 210 singoli separati di recente per partecipare alla sua ricerca. Più di 100 partecipanti sono entrati frequentemente in laboratorio per interviste e discussioni, ricordando le loro esperienze di relazione e di rottura. I restanti 90 sono entrati solo per i colloqui iniziali e finali.

Il primo gruppo ha riportato una diminuzione dei sentimenti di disagio emotivo nel tempo. Mentre parlare di una rottura non è una cura sicura per un cuore spezzato, il processo di riflessione sulla relazione sembra avere implicazioni positive che portano alla guarigione emotiva.

Il mal di cuore è utile? Come mai?

Grace M. Larson
Northwestern University

Per coloro che hanno recentemente raggiunto la fine di una relazione, una delle principali fonti di disagio è la perdita della propria identità. Spesso, il senso di sé si perde in una relazione. “Io, me stesso e io” diventa “noi, noi stessi e chi diavolo sono?”

Larson ha detto a Capital Public Radio che ha scoperto che coloro che entravano abitualmente in laboratorio sentivano che parlare delle loro relazioni fallite li aiutava a riscoprire “chi erano da single”. Quella riscoperta del concetto di sé può, a sua volta, avere ramificazioni positive sul benessere emotivo generale.

“Riduzioni nel disturbo del concetto di sé mediate

il gruppo cambia in solitudine auto-riferita.”

Cosa significa questo?

Sebbene non esista una cura infallibile per un cuore spezzato, è possibile adottare misure per riparare gli effetti collaterali. Riorganizzare il concetto di sé tramite meccanismi di coping conversazionali può portare a una diminuzione dei sentimenti di solitudine e devastazione che spesso seguono una rottura.

Non devi avere uno studente di psicologia sociale e un laboratorio di ricerca a tua disposizione. Prendi una ragazza e un gallone di Ben & Jerry’s , e vai avanti e concediti una terapia reminiscenza sorprendentemente sana.

Ryan Grover
Ryan Grover
Ryan Grover
MS, RD e scrittore
Ryan è uno psicologo esperto e noto, consulente di appuntamenti e relazioni, gli piacciono i viaggi, lo yoga e la cultura indiana in generale. È un vero professionista!
Inviare una recensione
Valutazione:

I migliori siti di incontri

Together2Night
9.3
Leggere
BeNaughty
9.9
Leggere
OneNightFriend
9.4
Leggere